Grow Box per la coltivazione idroponica

Cos’è e perché acquistare una Grow Box

La Grow Box per la coltivazione idroponica è un ambiente per lo sviluppo e la crescita delle piante completamente autonomo, controllato e nel quale andranno inseriti manualmente tutti i macro e micronutrienti necessari a una corretta e sana coltivazione.

In una Grow Box viene sostanzialmente ricreato artificialmente ciò che in natura è presente nel terreno. Le sue dimensioni possono essere variabili, ma generalmente sono decisamente contenute. L’insieme di più Grow Box e la creazione di una vera serra o di un giardino artificiale viene chiamata Grow Room. 

La sua struttura è generalmente in alluminio e le misure sono adattabili per ogni tipo di pianta. È dotata di un telaio in metallo che viene ricoperto da teli che ne costituiscono le pareti. I teli sono quasi sempre realizzati in mylar, un materiale molto resistente che riflette la luce. Viene quindi chiusa tramite una zip che le conferisce il classico aspetto ad armadio, tipo quelli da campeggio.

Le Grow Box vengono spesso vendute già con il loro kit completo, che include: estrattori d’aria per il ricircolo, lampade e alimentatori per la luce. A volte si possono trovare kit comprensivi anche di sistemi di irrigazione aggiuntivi. 

Acquistare una Grow Box può essere vantaggioso perché, quella idroponica, è una coltivazione pulita e controllata, che vuol dire eliminare tutti quei piccoli imprevisti e inconvenienti che normalmente avvengono con la coltivazione in terra, come infestazioni di altre piante o insetti che danneggiano, a volte irrimediabilmente, la produzione.

Avere in casa una Grow Box vuol dire anche non dover pulire terriccio, non avere formiche, ragnetti, zanzare o insetti impollinatori. Può essere certamente un vantaggio per chi ha voglia di avere tutto l’anno una produzione controllata indipendentemente dal ciclo delle stagioni così da poter mangiare sempre il proprio ortaggio preferito o avere a disposizione una varietà di erbe aromatiche che ci siano piogge, gelate o siccità.

Usare una Grow Box non è difficile, così come non è difficile il montaggio. L’utilizzo è naturalmente soggetto alle regole e alle buone pratiche di coltivazione idroponica da seguire, come controllare e mantenere il PH, l’umidità e la temperatura, ma sono tutti aspetti che si imparano con l’utilizzo.

Cosa controllare prima di acquistare una Grow Box

L’acquisto di una Grow Box è ovviamente soggetto ad alcune caratteristiche. Molti scelgono persino di realizzarla autonomamente in casa, ma spesso il fai da te, soprattutto se si è alle prime armi e già si deve imparare una nuova tecnica di coltivazione, non è sempre la scelta migliore.

Cosa bisogna quindi controllare prima di acquistare una Grow Box?

Capienza

Le Grow Box non sono tutte uguali e di conseguenza hanno capienze diverse. Prima di acquistarne una è buona prassi decidere cosa se ne vuole fare, lo scopo della coltivazione, le dimensioni dell’area che si vuole destinare al giardino indoor o alla serra e sapere che tipo di coltivazione si desidera intraprendere. Tutte le Grow Box sono comunque sicure, dotate di sistemi di controllo e garantiscono, indipendentemente dalle dimensioni e dalla capienza, la massima efficacia.

Resistenza della struttura

La resistenza della struttura della grow Box che andrai ad acquistare è una delle caratteristiche più importanti da tenere in considerazione. Il suggerimento generale è quello di non badare solo al risparmio, soprattutto se vuoi dedicarti seriamente a questa attività, ma di pensare prima alla salute e alla corretta crescita delle piante che ospiterai in casa.

La struttura di una Grow Box è generalmente in alluminio, questo perché si tratta di un materiale al contempo resistente ma leggero. La sua durata nel tempo è notevole ma è anche facile da spostare e non necessita di particolari pratiche di manutenzione.

Si monta altrettanto facilmente e viene quindi rivestita di particolari teli e di una struttura esterna richiudibile con una zip che la rendono un contenitore sicuro e protetto per le piante. Un vero e proprio condominio in cui le coltivazioni vivranno la propria vita di palazzo.

Materiale della tela e dei rivestimenti interni

Il materiale della tela delle Grow Box più usato in tutto il mondo è il Mylar, un tessuto altamente resistente e che riflette la luce. Esistono diversi spessori e densità di questo tessuto, è facile capirli quando si legge il codice utilizzato. Accanto al nome del tessuto vi è numero seguito dalla lettera D: più alto è il numero e maggiore sarà la resistenza del tessuto.

All’interno delle Grow Box, tra il Mylar e l’alluminio, si trova il rivestimento in PEVA, ovvero Polietilene Vinil Acetato, un materiale sintetico ma assolutamente privo di tossicità che vede uno dei suoi maggiori utilizzi domestici nelle tende da doccia o nei giocattoli per bambini, ad esempio.

Il PEVA è un materiale atossico, antibatterico, fungicida, anallergico e ambientalmente sostenibile. Questo garantisce la completa sicurezza della coltivazione che non verrà mai attaccata e infestata da insetti nocivi e organismi che possano danneggiarne la crescita.

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

Reply